“Si tratta di una misura del Governo Conte II, voluta dall’allora ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che ha destinato circa 10 milioni di euro per l’acquisto di questi strumenti fondamentali per consentire un pronto intervento in caso di arresto cardiaco improvviso tra il personale scolastico o gli alunni, in particolare durante l’attività sportiva. Ogni scuola ora ha dunque 1000 euro a disposizione per l’acquisto di un defibrillatore”.

“Nel caso in cui la scuola fosse già provvista di un DAE si potranno usare questi soldi per l’acquisto di beni o servizi finalizzati a garantire la salute del personale e degli alunni. Ad esempio, per l’attivazione di corsi di formazione certificati proprio all’utilizzo del defibrillatore. Un altro contributo alla sicurezza di tutti nelle scuole”.

Gapel offre supporto e assistenza per l’acquisto del presidio cardioprotettivo.  

Invia un messaggio cliccando questo link, un nostro consulente sarà a tua completa disposizione.

aaa