Tutti possiamo salvare una vita

Un defibrillatore salva la vita

L’arresto cardiaco extra ospedaliero è responsabile del 60-70% di tutte le cause di morte cardiovascolari. Solo in Italia sono circa 73.000 le vittime, 200 al giorno, una persona ogni 7,2 minuti, colpisce chiunque a riposo o sotto sforzo con o senza patologia cardiaca.

In assenza di RCP ogni minuto la sopravvivenza si riduce del 10-12%, con il solo intervento del 118 la sopravvivenza è meno del 5%. Il DAE è un apparecchio salva vita semplice e sicuro da usare da tutti per agire tempestivamente.

Un soccorso cardiorespiratorio precoce aumenta il tempo di sopravvivenza di 3 volte, oltre l’80% dei sopravvissuti da un attacco cardiaco è stato “resuscitato” da una defibrillazione ventricolare.

Un defibrillatore automatico esterno DAE, permette di assistere una persona colta da attacco cardiaco, facendo salire le probabilità di sopravvivenza da meno del 5% a oltre il 50%.

 

RIDUZIONE CONTRIBUTI INAL CON la DOTAZIONE di DAE e FORMAZIONE BLSD.

Perchè dotarsi di un DAE ?

E’ di vitale importanza avere accesso in tempi rapidi ad un DAE in caso d’Arresto Cardiocircolatorio (ACC) ovunque ci si trovi: al lavoro, a scuola, al supermercato o in casa. Ecco alcuni motivi per cui è importante avere sempre un DAE a portata di mano.

1) Semplice da usare

Alcune persone possono sentirsi scoraggiate all’idea di usare un defibrillatore. Tra i soccorritori occasionali è alto il timore di somministrare uno shock non necessario. Questo evento non può accadere perché i defibrillatori diffusi in Italia sono semi-automatici, il che significa che il defibrillatore eroga uno shock solo quando riconosce che sia necessario.

2) Ti guida e assiste durante il massaggio cardiaco

Il DAE ZOLL (AED+, AED3) è il primo e unico DAE per il soccorso cardiorespiratorio completo, con la tecnologia RealCPRHelp® per il controllo di profondità e frequenza delle compressioni toraciche. Grazie ad un feedback in tempo reale, il soccorritore può fornire una RCP manuale di qualità in caso di arresto cardiocircolatorio (ACC). Il DAE ZOLL inoltre guida i soccorritori in tutta la catena della sopravvivenza, aiutando tutte le vittime di arresto cardiaocircolatorio improvviso e non solo quelle che hanno bisogno dell’erogazione di uno shock.

3) Salva la vita

Per chi è colpito da arresto cardiaco, avere un defibrillatore nelle vicinanze può fare la differenza tra la vita e la morte.

F.A.Q

Cosa significa l'acronimo DAE?

L’acronimo DAE sta per Defibrillatore Automatico Esterno.

Ci sono marche di defibrillatori che salvano più vite di altre?

Tutti i defibrillatori disponibili in Italia approvati dalle direttive europee salvano vite. Ma L’esclusivo brevetto Zoll RealCPRHelp® per il controllo di profondità e frequenza delle compressioni toraciche grazie ad un feedback in tempo reale, permette al laico soccorritore di fornire una RCP manuale di qualità in caso di arresto cardiocircolatorio (ACC). Il DAE ZOLL inoltre guida i soccorritori in tutta la catena della sopravvivenza, aiutando tutte le vittime di arresto cardiaco improvviso e non solo quelle che hanno bisogno dell’erogazione di uno shock.

Posso fare del male alla vittima con un DAE?

No! Solo il mancato utilizzo del DAE può impedire ad una vittima di arresto cardiocircolatorio di salvarsi! Lo shock verrà comunque erogato solo in presenza di un ritmo cardiaco maligno defibrillabile.

Collocamento DAE

La diffusione graduale ma capillare dei defibrillatori semiautomatici esterni deve avvenire mediante una distribuzione strategica in modo tale da costituire una rete di defibrillatori in grado di favorire la defibrillazione entro 4/5 minuti dall’arresto cardiaco, se necessario prima dell’intervento dei mezzi di soccorso sanitari.

Le probabilità di sopravvivenza in caso di arresto cardio circolatorio diminuiscono circa del 10% ogni minuto.

In particolare, sono da collocare in luoghi di aggregazione cittadina e di grande frequentazione o ad alto afflusso turistico, in strutture dove si registra un grande afflusso di pubblico e, in genere, ove sia piu’ attesa l’incidenza di arresti cardiaci, tenendo conto comunque della distanza dalle sedi del sistema di emergenza.

Sulla base di tale criteri, devono essere identificate nel le seguenti aree:

  • aree con particolare afflusso di pubblico;
  • aree con particolari specificita’ come luoghi isolati e zone disagiate (montagna, piccole isole), pur se a bassa densita’ di popolazione.

Sulla base dell’afflusso di utenti e di dati epidemiologici, si pone l’opportunità di dotare di defibrillatori semiautomatici esterni i seguenti luoghi e strutture:

  • luoghi in cui si pratica attività sanitaria e sociosanitaria:
  • strutture sanitarie e sociosanitarie residenziali e semiresidenziali autorizzate, poliambulatori, ambulatori dei medici di medicina generale;
  • luoghi in cui si pratica attività ricreativa ludica, sportiva agonistica e non agonistica anche a livello dilettantistico, auditorium, cinema, teatri, parchi divertimento, discoteche, sale gioco e strutture ricreative, stadi, centri sportivi;
  • luoghi dove vi è presenza di elevati flussi di persone o attività a rischio: grandi e piccoli scali per mezzi di trasporto aerei, ferroviari e marittimi, strutture industriali;
  • luoghi che richiamano un’alta affluenza di persone e sono caratterizzati da picchi notevoli di frequentazione: centri commerciali, ipermercati, grandi magazzini, alberghi, ristoranti, stabilimenti balneari e stazioni sciistiche; strutture di Enti pubblici: scuole, università, uffici; postazioni estemporanee per manifestazioni o eventi artistici, sportivi, civili, religiosi; le farmacie, per l’alta affluenza di persone e la capillare diffusione nei centri urbani che le rendono di fatto punti di riferimento in caso di emergenze sul territorio.
Devo possedere una particolare licenza per usare un DAE?

No, ogni testimone di ACC deve immediatamente avvertire i soccorsi e tentare di mantenere in vita la vittima, anche con l’uso del DAE che è uno strumento facile e sicuro da usare.

Utilizzare il DAE è una manovra difficile oppure sono tutti in grado di farla?

I DAE sono semplici da utilizzare in quanto è la macchina stessa che, attraverso una voce elettronica, guida passo dopo passo l’operatore. Il DAE stabilisce se è necessario erogare la scarica elettrica e suggerisce con messaggi vocali le modalità di intervento sulla vittima.

È sempre importante ricordare come la sola defibrillazione non sia sufficiente, ed è necessario che venga associata ad un tempestivo massaggio cardiaco.

È necessario un corso per utilizzare il DAE?

Chiunque sia testimone di un arresto cardiocircolatorio deve chiamare soccorsi ed utilizzare un DAE per tentare di rianimare la vittima, ma alcune categorie di professionisti sono legalmente tenute a formarsi per il primo soccorso con l’utilizzo del DAE (BLSD), ed essere in possesso della certificazione comprovante anche gli aggiornamenti periodici.

È possibile utilizzare il defibrillatore sotto la pioggia?

NO. Anche se alcuni moderni DAE sono resistenti all’acqua, non è possibile utilizzare il defibrillatore sotto la pioggia in quanto non viene rispettata la sicurezza dell’operatore

Contattaci

Il Nostro Blog

Seguici e mantieniti costantemente aggiornato

Noleggio a lungo termine

DAE-BLSD Noleggio a lungo Termine Un piccolo canone permette alle imprese di accedere ai vantaggi della contribuzione INAIL (mod. OT23) con vantaggi durevoli che superano di gran lunga il costo del canone. Per saperne di più contatta i nostri consulenti...

Defibrillatori ovunque: legge in poche settimane

La Presidente della commissione Igiene e Sanità al Senato assicura che il testo sull'utilizzazione dei DAE anche fuori dagli ospedali verrà esaminato in tempi brevissimi e votato in poche settimane. La proposta vuole favorire la progressiva diffusione e...

Tabella INAIL

  INDUSTRIAClassificazioneLAVORAZIONI Lavorazioni meccanico-agricole. Coltivazione, raccolta e prima lavorazione dei prodotti colturali.1111Preparazione  del  terreno,  ad  es.  dissodamento,  scasso,  livellamento,...

aaa